Storia della Congregazione

Terra d’origine

La nostra Congregazione, ha le sue origini nella regione della Liguria presso  una piccola cittadina chiamata Finale Ligure pochi chilometri di Genova.
Nel Medioevo,  Finale  sotto la protezione di Enrico Guercio degli Aleramidi, capostipiti dei Marchesi del Carretto, divenne il feudo più potente della Liguria, il quale per parecchio tempo riuscì a mantenere la propria indipendenza tanto dalla supremazia genovese che da quella piemontese.
Verso il 1600 il marchesato non riuscendo più a salvare la propria indipendenza neppure dalla città dei genovesi, si rifugiò sotto la protezione Spagnola.             
Sotto il dominio Spagnolo, Finale godette di un’era di vera prosperità e di pace che durò circa un secolo. Ed è proprio in questa atmosfera di serenità che nasceva un fiore destinato espandere il suo profumo oltre i secoli: Giovanna Maria Boldona, la nostra Fondatrice, a soli trent’anni dalla morte di S. Rosa da Lima.
Fu educata dai Padri Domenicani che ivi avevano un convento chiamato Santa Caterina.

La nostra Fondatrice

Giovanna Maria, nacque il 23 Giugno del 1647, da Raffaele Boldoni e Maria Sevizano.La loro unione fu allietata dalla nascita di cinque figli. I Boldoni crebbero, secondo l’uso del tempo, cioè sotto la guida della madre, prima educatrice, coadiuvata più tardi da un precettore ecclesiastico del Borgo.
In quel tempo,a Finale, oltre ai Padri Domenicani, vi si trovavano più di venti canonici conventuali ed altri religiosi.
Giovanna Maria Boldona, già da bambina, amava frequentava la Chiesa di S. Caterina, custodita dai Padri Domenicani. La predicazione dei figli di S. Domenico ben presto la conquisterà, il moto “ Contemplata alliis tradere” la affascina, l’amore esclusivo e totale a Cristo diviene l’unica cosa importante della sua vita.
All’età di trent’anni, illuminata dallo Spirito Santo, vestì l’abito del Terz’ Ordine, ricevendo un altro nome, infatti, non si chiamerà più Giovanna Maria ma Giovanna Caterina Boldona, insieme a quattro ragazze, due  delle quali erano sue sorelle. Avrà così origine, la nostra Congregazione, la quale nasce ufficialmente il 25 marzo del 1677, 60 anni dopo la morte di Santa Rosa da Lima e 6 anni dopo la sua canonizzazione.
Nello stesso anno, a tre mesi della fondazione del nostro Istituto, Madre Giovanna Caterina Boldona accolse le prime giovanette in educazione provenienti, all’inizio dai territori del marchesato ed in seguito, anche oltre i suoi confini.Si trattenevano nell'Istituto, da un minimo di sei o nove mesi  ad un massimo di tre anni.
La missione apostolica di Madre Giovanna Caterina e compagne, si qualifica dunque, subito nell’accogliere le giovani, secondo il costume del tempo, per formarle e istruirle. Esse poi, o rimanevano nell’Istituto consacrandosi a Dio o tornavano in famiglia portando il frutto di quanto avevano appresso in quella piccola oasi domenicana.

Santa Rosa protettrice della nostra Congregazione

Madre Giovanna Caterina Boldona, appena fondata la Congregazione la affidò a S. Rosa da Lima, diventando così la nostra protettrice, cioè la propose alle sue Suore come modello di vita da imitare. Fu quasi naturale affidare a Lei il Monastero nascente:
- Sia per l’entusiasmo con cui veniva venerata S. Rosa dai suoi compatrioti che il mondo e la nostra Fondatrice, considerando che, Finale come il Perù,  erano sotto il dominio Spagnolo.
- Sia perché i Padri Domenicani si trovavano al centro di un rinnovato interesse della Chiesa e del mondo, infatti venivano chiamati i confratelli della  “ Rosa Peruana “.
- Sia per l’affinità di spirito e   la condivisione dell’ideale.

Il nostro carisma

Madre Giovanna Caterina incarnò e trasmise alle sue figlie il carisma domenicano: “Contemplari et contemplata aliis tradere”, ciò vuol dire che le Suore di S. Rosa, prima di tutto devono cercare la personale santità mediante la preghiera, la contemplazione e lo studio, nella vita comune di speciale consacrazione. Quindi proporre agli altri e specialmente alle giovani, la via della salvezza. Infatti ancora oggi le Domenicane di S. Rosa attendono alla cura dei giovani e dei bambini,nella scuola, nelle case per studenti e nelle case famiglia; operano nelle parrocchie collaborando con la Chiesa locale nella catechesi a tutti i livelli; sono disponibili, secondo le necessità, alla predicazione itinerante nelle missioni popolari ed operano nella missione “ad gentes ”.
Per vivificare il loro carisma, le Suore Domenicane di Santa Rosa da Lima, sono andate a bere alla fonte, ossia  a Lima, in Perù, nel 1991, sostenute dalla fede e dalla coraggiosa lungimiranza di Madre Vittoria, allora Superiora Generale.
Da questo piccolo seme italiano, sono nate le vocazione Peruviane, che attualmente insieme alle suore Italiane mantengono vivo il carisma donato da Dio alla nostra Fondatrice.

Contatti

Eremo Santa Rosa

Via del Pescaccio, 101
00166 - Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel (+39) 06.66182247
Fax (+39) 06.66182804


Casa per Ferie Eremo Santa Rosa da Lima
Via del Pescaccio, 101 | 00166 - Roma (RM) | Telefono: 06 66182247 - 06 66181465 - Fax: 06 66182804

Powered by WME srl | Web Agency Roma